Views
1 year ago

Piccolo - User & Installation Manual

  • Text
  • Use
  • Heater
  • Appliance
  • Legionella
  • Thermostat
  • Piccolo
  • Installation
  • Manual

Tuttavia, il ciclo di

Tuttavia, il ciclo di disinfezione termica non è in grado di distruggere qualsiasi batterio di Legionella presente nel serbatoio di stoccaggio. Per questo motivo, se la temperatura impostata dell’acqua viene ridotta sotto i 55 °C, il batterio della Legionella potrebbe ripresentarsi. Attenzione: la temperatura dell’acqua nel serbatoio può provocare all’istante ustioni gravi. Bambini, disabili e anziani sono i soggetti a più alto rischio di ustioni. Controllare la temperatura dell’acqua prima di fare il bagno o la doccia. DESCRIZIONE DELLO SCALDACQUA (vedi fig. 4) A. Lampada spia B. Manopola di regolazione C. Coperchio anteriore CARATTERISTICHE TECNICHE Per le caratteristiche tecniche fate riferimento ai dati di targa (etichetta collocata in prossimità dei tubi d’ingresso ed uscita acqua). Informazioni Prodotto 5 2,6 Kg Sopralavello Sottolavello Fare riferimento alla targhetta caratteristiche 2,182 2,366 XXS 15 dB 38,8% 36,4% 5 I dati energetici in tabella e gli ulteriori dati riportati nella Scheda Prodotto (Allegato A che è parte integrante di questo libretto) sono definiti in base alle Direttive EU 812/2013 e 814/2013. I prodotti privi dell’etichetta e della relativa scheda per insiemi di scaldacqua e dispositivi solari, previste dal regolamento 812/2013, non sono destinati alla realizzazione di tali insiemi. I prodotti corredati di manopola di regolazione hanno il termostato posizionato nella condizione di setting < pronto all’uso > indicate nella Scheda Prodotto (Allegato A) secondo le quali la relativa classe energetica è stata dichiarata dal costruttore. Questo apparecchio è conforme alle norme internazionali di sicurezza elettrica IEC 60335-1; IEC 60335-2-21. L’apposizione della marcatura CE sull’apparecchio ne attesta la conformità alle seguenti Direttive Comunitarie, di cui soddisfa i requisiti essenziali: - LVD Low Voltage Directive: EN 60335-1, EN 60335-2-21, EN 60529, EN 62233, EN 50106. - EMC Electro-Magnetic Compatibility: EN 55014-1, EN 55014-2, EN 61000-3-2, EN 61000-3-3. - RoHS2 Risk of Hazardous Substances: EN 50581. - ErP Energy related Products: EN 50440. NORME DI INSTALLAZIONE (per l’installatore) IT ! ATTENZIONE! Seguire scrupolosamente le avvertenze generali e le norme di sicurezza elencate all’inizio del testo, attenendosi obbligatoriamente a quanto indicato. L’installazione e la messa in funzione dello scaldacqua devono essere effettuate da personale abilitato in conformità alle normative vigenti e ad eventuali prescrizioni delle autorità locali e di enti proposti alla salute pubblica. Attenzione: questo è un apparecchio a scarico libero (non a pressione) e può essere installato solo su di un punto di utilizzo. Le connessioni elettriche ed idrauliche debbono essere effettuate in conformità alle normative vigenti. Prima di effettuare qualsiasi intervento di manutenzione e/o sostituzione di componenti, scollegare l’apparecchio dalla rete elettrica tramite l’interruttore esterno; se necessario, svuotare lo scaldacqua. 7

! ! ! 8 IT L’apparecchio serve a riscaldare l’acqua ad una temperatura inferiore a quella di ebollizione. Esso deve essere allacciato ad una rete di adduzione di acqua sanitaria dimensionata in base alle sue prestazioni e capacità. Prima di collegare l’apparecchio è necessario: - Controllare che le caratteristiche (riferirsi ai dati di targa) soddisfino le necessità del cliente. - Verificare che l’installazione sia conforme al grado IP (protezione alla penetrazione di fluidi) dell’apparecchio secondo le normative vigenti. - Leggere quanto riportato sull’etichetta dell’imballo e sulla targhetta caratteristiche. Installazione dell’apparecchio Questo apparecchio è progettato per essere installato esclusivamente all’interno di locali in conformità alle normative vigenti ed inoltre richiede il rispetto delle seguenti avvertenze dovute alla presenza di: - Umidità: non installare l’apparecchio in locali chiusi (non ventilati) ed umidi. - Gelo: non installare l’apparecchio in ambienti in cui è probabile l’abbassamento di temperature a livelli critici con rischio di formazione di ghiaccio. - Raggi solari: non esporre l’apparecchio direttamente ai raggi solari, anche in presenza di vetrate. - Polvere/vapori/gas: non installare l’apparecchio in presenza di atmosfere particolarmente aggressive come vapori acidi, polveri o sature di gas. - Scariche elettriche: non installare l’apparecchio direttamente sulle linee elettriche non protette da sbalzi di tensione. ! Vedi avvertenza rif. 26 Vedi avvertenza rif. 9 - In caso di pareti realizzate con mattoni o blocchi forati, tramezzi di limitata staticità, o comunque di murature diverse da quelle indicate, è necessario procedere ad una verifica statica preliminare del sistema di supporto. Installare l’apparecchio usando l’apposita staffa fornita in dotazione fissandola mediante 2 viti/tasselli di 6 mm di diametro. Vedi avvertenza rif. 10 Le norme locali possono prevedere restrizioni per l’installazione nelle stanze da bagno. Rispettare dunque le distanze minime previste dalle normative vigenti. L’apparecchio va installato quanto più vicino ai punti di utilizzazione per limitare le dispersioni di calore lungo le tubazioni. Vedi avvertenza rif. 20 Collegamento idraulico Prima di effettuare il collegamento idraulico è necessario provvedere ad un accurato lavaggio dell’impianto per eliminare eventuali residui o sporcizie che possono compromettere il buon funzionamento dello scaldacqua. Collegare l’ingresso e l’uscita dello scaldacqua con tubi o raccordi resistenti, oltre che alla pressione d’esercizio, alla temperatura dell’acqua calda che normalmente può raggiungere o anche superare gli 80°C. Sono pertanto sconsigliati i materiali che non resistono a tali temperature. E’ consigliato l’utilizzo di giunti dielettrici per l’isolamento elettrico dell’apparecchio dalla rete idraulica. Connettere il tubo di ingresso (identificato da un gommino blu) ed il tubo di uscita (gommino rosso) ai corrispondenti tubi dell’impianto. Stringere i manicotti E con una coppia di chiavi come mostrato alla fig. 4. Nel caso di valori di pressione di rete ridotte, installare l’apparecchio a non più di un metro sopra il rubinetto (fig. 3) ed a non più di 2 metri di lato rispetto allo stesso. Nell’eventualità che queste distanze siano maggiori dei valori indicati, è necessario prevedere una valvola di sfiato sul tubo di acqua calda. Riempire l’apparecchio e lasciare fluire l’acqua dal rubinetto per alcuni secondi. La portata dell’acqua, con il rubinetto tutto aperto, non deve superare i 5 l/min; per questo, in accordo con la norma DIN 44531, occorre agire sulla valvolina (A fig. 5) per limitare il flusso dell’acqua. In presenza di acque con durezza particolarmente elevata, si avrà una notevole e rapida formazione di calcare all’interno dell’apparecchio, con conseguente perdita di efficienza e danneggiamento della resistenza elettrica. Collegamento elettrico Per una maggiore sicurezza effettuare un controllo accurato dell’impianto elettrico verificandone la conformità alle norme vigenti, in quanto il costruttore dell’apparecchio non è responsabile per eventuali danni causati dalla mancanza di messa a terra dell’impianto o per anomalie di alimentazione elettrica. ! Vedi avvertenza rif. 24 - Verificare che l’impianto sia adeguato alla potenza massima assorbita dallo scaldacqua (riferirsi ai dati di targa) e che la sezione dei cavi per i collegamenti elettrici sia idonea, comunque non inferiore a 1,5 mm 2 . In caso di sostituzione del cavo di alimentazione utilizzare il ricambio originale fornito dalla ditta costruttrice, che deve essere introdotto nell’apposito foro (X fig. 6) situato in prossimità della manopola di regolazione e fatto scorrere fino